CHI SIAMO

intro_chi_siamo

Il nome “Bancovino” è l’unione di due caratteristiche del locale: il grande bancone, studiato per accogliere e dialogare direttamente con gli ospiti, e il vino, elemento fondamentale di convivialità e di accompagnamento dei nostri piatti semplici ma raffinati, gustosi e con un tocco di romanità.

Il locale, piccolo ma caldo e accogliente, vuole essere un salotto dove rilassarsi e conversare sorseggiando un bicchiere di vino o un tè indiano e poter gustare il meglio della produzione nazionale ed estera dal bancone dei salumi e dei formaggi.

Sugli scaffali che incorniciano e caratterizzano BANCOVINO, sono invece esposti i prodotti e le ricercatezze che utilizziamo nella nostra cucina che possono essere acquistati.

Da Bancovino si compra, si scopre, si assaggia, si mangia e soprattutto si sta insieme.

Il locale è stato ideato e fondato da Francesca Romana Castellani, appassionata foodblogger, esperta di cucina romanesca. Il suo blog www.aioli-dfr.com nasce nel 2010 e racconta la sua storia familiare e culinaria con divertenti aneddoti tratti dalla quotidianità e legati al cibo. Entrare nel mondo di Aïoli vuol dire entrare a casa di Francesca Romana, dove si mescolano e si alternano ricette legate a Roma, alla cucina romana e non solo, e alla sua vita affettiva. BANCOVINO è la continuazione e il legame con tutto questo.

LE NOSTRE ATTIVITÀ

BANCOVINO è vineria e cucina, qui si possono acquistare prodotti gourmet dal banco o dagli scaffali, molti vini, i liquori di una volta e una selezione di birre artigianali.

È possibile fermarsi per il pranzo, un tè, l’aperitivo e la cena, durante tutto l’orario il negozio è aperto e sono in vendita tutti i prodotti, gli affettati e i formaggi.

È possibile acquistare piatti caldi da asporto e panini d’autore.

BANCOVINO è anche uno spazio per eventi, per ospitare cene, aperitivi, presentazioni di prodotto e degustazioni.

Il catering di BANCOVINO è per piccoli e grandi numeri, consegnamo il pranzo e la cena per meeting aziendali e chef a domicilio.

Incontri con i produttori, abbinamenti insoliti, presentazioni di libri di enogastronomia e corsi di cucina sono solo alcuni degli appuntamenti in calendario.